Villaggio Punta Spalmatore Ustica

L’isola di Ustica

Ustica è una piccola isola a circa 67 km a nord dalla costa di Palermo e a un centinaio di km a ovest dalle Eolie, con una superficie di appena 8,6 km quadrati, un circuito di 12 km, un’altezza massima di 248 m in corrispondenza del Monte Guardia dei Turchi.
Gli usticesi residenti sono circa 1320, concentrati in un unico centro abitato che reca lo stesso nome dell’isola, posto nella parte sud orientale, a ridosso del principale approdo: Cala S. Maria.

Quest’anno Ustica è entata nella TOP10 delle isole italiane stilata da Tripadvisor.
Il Traveller’s Choise di Tripadvisor premia ogni anno strutture alberghiere, destinazioni turistiche, spiagge ed isole grazie ai voti dei viaggiatori. Nella classifica 2015 delle 10 isole più belle d’Italia Ustica si è classificata al 4° posto!
Ustica è inoltre la regina del risparmio tra le isole italiane: un motivo in più per scegliere questa splendida isola come meta delle vostre vacanze estive, magari scegliendo proprio l’Hotel Villaggio Punta Spalmatore.

Questa piccola isola rappresenta la somma di tante specificità che convivono armoniosamente tra loro, in una simbiosi che fonde suggestioni paesaggistiche e testimonianze di arte, di storia, cultura e civiltà. Siamo di fronte al trionfo della diversità: qui ogni lembo è davvero baciato dalla tipicità. Discorso che vale tanto per il suo mondo sommerso che rapisce ed incanta, quanto per la sua terra vulcanica che alimenta la caratteristica lenticchia (presidio slow food), le melanzane, i dolci pomodori e le bacchette di olivastro da cui i demiurghi usticesi creano le artistiche ceste e le incantevoli nasse.

Di certo non sono sufficienti da soli il clima, il sole, il mare, la natura, il boschetto, i paesaggi, i tramonti e i sapori a rappresentare l’anima dell’isola, ma è la loro fusione che la rende magica.

Ustica era già conosciuta nel mondo antico con il nome di Ustum (dal colore scuro della terra vulcanica). Per Plinio vi sono due isole nella costa nord occidentale della Sicilia: Ustum e Osteòdes. Per il geografo Tolomeo, Ustum era un’isola abitata, mentre Osteòdes un riferimento geografico. L’errore di Plinio e Tolomeo potrebbe essere giustificato dal fatto che, da lontano, a causa della sella fra i due maggiori rilievi, Ustica appare come due isolette affiancate.
Per il greco Diodoro Siculo, Ustica si chiamava Osteòdes a causa dei resti di soldati ammutinati, deportati dai cartaginesi, che sull’isola trovarono la morte. Gli studiosi, a seguito delle diverse testimonianze, condividono l’idea che i due nomi si riferiscono alla medesima isola.

Nel 1960 ad Ustica nacque la Rassegna Internazionale delle attività Subacquee, grazie alla quale nel 1984 fu fondata l’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche subacquee.
Grazie anche a queste premesse, nel 1986 a Ustica fu istituita la Prima Area Marina Protetta in Italia che si estende per 15,000 ettari per tutelare e gestire il paradiso marino e il territorio ad esso annesso.

Scopri insieme a noi le più belle cale, spiagge e aree per le immersioni subacquee.

Ma Ustica non è esclusivamente mare e nel 1997 è stata istituita anche la Riserva Terrestre Naturale Orientata per conservare lo speciale ambiente naturale.

Scopri con noi i sentieri naturalistici ed i percorsi archeologici che Ustica ti offre.

Non perdere le nostre offerte speciali!

Sto caricando…
Show Buttons
Hide Buttons